Strumenti personali
Tu sei qui: Portale L'Istituto Comprensivo

L'Istituto Comprensivo

Edificio Secondaria BrembillaStoria

L'Istituto Comprensivo “Giovanni XXIII” di Brembilla è nato, all'inizio dell'anno scolastico 2000-2001, dall'accorpamento del Circolo Didattico di Brembilla, della Scuola Media di Brembilla e della sezione staccata di Sedrina.

Le scuole che compongono l'Istituto sono la Scuola dell'infanzia di Gerosa, le primarie di Gerosa, Brembilla, Laxolo, Sedrina e Ubiale Clanezzo, le secondarie di primo grado di Brembilla e Sedrina.

Nel bacino dell'Istituto esistono altre tre Scuole dell'infanzia (a Brembilla, Sedrina e Ubiale), ma sono tutte a gestione privata. 

Il territorio

Il bacino d'utenza del nostro Istituto è formato dai comuni di Brembilla, Gerosa, Sedrina, Ubiale Clanezzo; inoltre, la Scuola media di Brembilla accoglie anche gli alunni provenienti da Peghera, frazione di Taleggio.
I suddetti comuni hanno una popolazione di circa 8000 unità.

Il territorio presenta un'altitudine che varia tra i 250 m s.l.m. del letto del Brembo, all'altezza della frazione di Botta, ed i circa 1600 m delle cime più alte della Val Brembilla.

google map BrembillaLa distanza da Bergamo varia tra i 12 km della frazione di Botta ed i 30 Km di Bura. La sede di Brembilla dista 20 km dal centro di Bergamo e 22 km dal più vicino casello autostradale (Dalmine o Bergamo); la sede staccata di Sedrina, rispettivamente, 14 e 16 km, Ubiale 16 e 18 km, Gerosa 28 e 30 km. I quattro comuni suddetti presentano una situazione sociale, economica e culturale con caratteristiche di fondo molto simili, pur con alcuni tratti distintivi che tuttavia non comportano differenze significative nella tipologia degli alunni che frequentano la nostra scuola.

La maggior parte degli occupati è impegnata nell'industria e nell'edilizia, per lo più con mansioni di livello medio o basso (operai, manovali, ecc.); pochi godono di una preparazione scolastica adeguata. Scarsamente rilevante è il settore terziario e dei servizi, che si limita all'ambito commerciale, il quale non costituisce un significativo tessuto infrastrutturale a sostegno dei processi di sviluppo, anche perchè è fortemente condizionato dalle modeste dimensioni del mercato locale. Pochissimo rappresentate risultano le libere professioni, mentre il turismo è quasi inesistente.

Azioni sul documento
Risorse Didattica

InvalsiRisorse INVALSI

Freccia Arancione Alunni con BES

« aprile 2014 »
aprile
lumamegivesado
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930